Novità regionali Lazio: LA RETE DEI CITTADINI

•1 marzo, 2010 • Lascia un commento

Finalmente anche nel Lazio quest’anno alle regionali si potrà votare senza la necessità di doversi tappare il naso o scegliere il meno peggio!

Un movimento di cittadini ha fatto un’enorme sforzo per presentarsi alle elezioni regionali di marzo con la lista civica RETE DEI CITTADINI ( http://retedeicittadini.it ) che sostiene come candidato presidente Marzia Marzoli. Lista e candidato presidente sono assolutamente al di fuori della “partitocrazia acclarata”, comunemente detta “Casta”, quindi nessuna alleanza con costoro che pian piano stanno affondando le varie regioni e l’intero paese! Da qui lo slogan utilizzato dal movimento cittadino finora: “SCARTA LA CASTA!”.

Questo è il simbolo presentato:

RETE DEI CITTADINI

Di seguito il link per leggere da voi il programma creato in maniera democratica da tutti i cittadini, associazioni e movimenti che si sono uniti nel laboratorio politico laziale “Rete dei Cittadini”:  http://retedeicittadini.it/?page_id=959

Nella pagina sopra citata potete trovare un estratto del programma, ma anche la versione integrale seguendo l’apposito link contenuto nel sito ufficiale della Rete dei Cittadini.

Annunci

…Detersivi alla spina!

•30 marzo, 2009 • Lascia un commento

Come qualcuno di voi ha notato, ultimamente ci sono pochi aggiornamenti nel mio blog….purtroppo problemi di tempo mi attanagliano….ma riprenderò il filo pian piano…..

Intanto vi segnalo questo sito: MILLE BOLLE

E’ il sito di un azienda di detersivi alla spina. Vi consiglio di provarli come ho fatto io….ho comprato “1 di tutto” e stò scegliendo quel che mi piace o meno. Devo dire che finora solo il bagnoschiuma Musk non mi è piaciuto, e solo per questione personale, visto che non mi piace la profumazione, e forse anche il prodotto lavavetri non mi ha convinto molto. Per il resto mi sembrano veramente ottimi (uè….ovvio che devo ancora provarli tutti, sono tantissimi!!! Magari se trovo qualcos’altro che non mi piace lo scriverò comunque nel blog).

Così facendo mi sono reso conto di quanta plastica ci costringono a comprare i normali supermercati (cioè lo sapevo già ma realizzarlo visivamente è diverso!), in quanto non finisce più nulla del genere tra i miei rifiuti, visto che per prendere i detersivi utilizzo bottiglie del latte, che mi son fatto conservare da altri, e, una volta a casa “travaso” il contenuto in bottigliette più manegevoli oppure in dosatori appositamente conservati!

Poi, se conservate scontrini e fate un paragone con i normali detersivi vi accorgerete immediatamente del CLAMOROSO risparmio economico!

Nel sito succitato trovate la sezione per scoprire i punti vendita  più vicini a casa vostra!

Un P.S.: prima di provare questi detersivi alla spina, ho provato anche quelli in vendita presso la grande distribuzione (tipo Panorama, Leon…etc etc). Purtroppo quest’altro tipo di detersivi alla spina potrebbero allontanare persone che vorrebbero intraprendere questo tipo di comportamento “virtuoso” per vari motivi. In primis c’è poca scelta di prodotti, in quanto trattano solo detersivi per i piatti, per lavatrice e per pulire i pavimenti. Poi bisogna per forza acquistare la bottiglia di plastica nel punto vendita almeno la prima volta e poi portare ogni volta quella bottiglia. Economicamente la differenza non è poi così marcata, ma soprattutto la qualità è veramente pessima! Pensate che per far avere qualche effetto da questo tipo di detersivo per lavatrice ho dovuto usare 3 tappi pieni di prodotto!!…sigh….purtroppo credo che questi prodotti nella grande distribuzione servano solo ad attrarre una parte di clientela più “critica” rispetto al consumatore standard….viva il marketing!…strasigh…………… Insomma sconsiglio vivamente di acquistare questo tipo di prodotto, anche se più facilmente reperibile,  e consiglio nuovamente di provare invece i prodotti Mille Bolle che ho citato prima!

Perchè non mi fate sapere le vostre impressioni su ognuno dei prodotti che magari proverete??? Magari fatemi sapere se anche voi avrete la mia stessa sorpresa nel vedere quanta quantità di rifiuti in meno si produce solo con questo “gesto”!!

Buone Feste!

•22 dicembre, 2008 • Lascia un commento

Un augurio di Buon Natale e di Buon Anno nuovo da Starbearer!

…Etica e Moralità?

•27 novembre, 2008 • 3 commenti

Che ne dite…..vogliamo parlare un pò di etica e moralità, due argomenti a me molto cari?

Magari si possiamo farlo insieme, se volete, tramite i vostri commenti…..

…dopo una serie di post non proprio edificanti avrei bisogno di parlare di qualcosa di positivo!! 🙂

Classe dirigente?

•18 novembre, 2008 • Lascia un commento

Oggi ho notato un paio di articoli (…in verità 2 a caso tra i tanti del genere…) che credo dimostrino la qualità della nostra classe dirigente. Classe dirigente intesa come politica, ma anche come classe economica; in fondo sembra proprio che una rispecchi l’altra…

Riporto i due titoli Ansa (con annessi i links):

VIGILANZA RAI: VILLARI NON MOLLA, VELTRONI PENSA A SANZIONI 

PARMALAT: TANZI, ERO ALL’OSCURO DELLA GRANDE TRUFFA

La prima notizia riguarda il senatore Villari, “eletto” o meglio…scelto dal suo partito per sedere in parlamento, che viene anche eletto “senza aspettarselo” alla presidenza della commissione di vigilanza Rai. villariOvviamente viste le richieste del partito di cui fa parte(il Pd che proponeva Leoluca Orlando di Idv) credo tutti si aspettassero (opsss scusate “auspicassero”…) le sue immediate dimissioni (tutti tranne i rappresentanti del Pdl che l’hanno votato probabilmente perchè già sapevano non si sarebbe mai dimesso). Ma d’altronde come si fa a lasciare una poltrona guadagnata così “per merito”?  Immagino il Villari che risponde a Veltroni (e a Orlando…): chi va a roma perde la poltrona! D’altronde affermare che si dimetterà quando saranno d’accordo governo ed opposizione….

Mah…inoltre un dubbio mi assale…ma una “commissioni di vigilanza RAI” in un paese normale avrebbe senso di esistere?…invece da noi è talmente “potente” (badate non importante…) che anche i politicanti si riducono a fare tutto questo teatrino per ottenerne la presidenza! Sarà per questo che Leoluca Orlando (e Di Pietro) volevano fortemente questo posto? Mah!

La seconda notizia beh…credo si commenti da sè. Riporto solo dei piccoli stralci dell’ansa (in corsivo): Tanzi “Ha affermato di non aver mai “ideato” né di aver “avuto consapevolezza” che potesse nascere “la grande truffa in danno dei risparmiatori” e men che meno di aver immaginato che i bond, riservati agli operatori specializzati, “potessero in maniera capillare finire nelle tasche di tanti privati”.

Come si fa a non essere consapevoli e a guidare un’azienda come la Parmalat? Quindi non bisogna avere nessuna preparazione particolare per farlo…..

TanziMa è anche interessante il passaggio che Tanzi fa riguardo le banche ed i politici (Non ha negato la sua “intensa attività di sostegno ai politici e ai partiti, sia in Italia che all’estero ) sostenendo che la politica non ha alcun potere sul mondo finanziario: “per mia esperienza non esiste alcun uomo politico, almeno fra quelli che io conosco, che possa avere il potere di indurre un banchiere a deliberare quanto meno uno soltanto degli importi finanziati alla Parmalat, o indurre un banchiere a diventare lead manager, cioé il garante del collocamento di un bond sul mercato, senza che l’istituto di credito ne tragga un lucro più che apprezzabile”.

Tutto ciò (…e molto altro…) mi lascia molto perplesso….e voi cosa ne pensate della nostra “classe dirigente” politica, finanziaria ed economica?

(26/11/08) Aggiungo a posteriori un P.S.: ….e quando ho scritto questo post sulla nostra “classe dirigente” non era ancora andato in onda il servizio di Report su Rai 3 (L’Oro di Roma) in cui appariva in tutta la sua “magnificienza” l’assessore regionale alla casa del Lazio, con delega ai rifiuti (ora rimessa al Presidente della Regione Piero Marrazzo), Mario Di Carlo. Forse voleva farmi venire qualche altro dubbio?   Ricordo che nel tempo, Mario Di Carlo ha rivestito in passato importanti incarichi al comune di Roma e non solo, tra cui quello di presidente dell’Ama, dell’Atac, del Cotral, della Sta e quello di assessore alla Mobilità del Comune di Roma (a Roma si si!!! Proprio quella città che ha qualche problema con il traffico ed ha solo 2 linee della metropolitana…..); inoltre, precedentemente era stato anche Direttore Nazionale di Legambiente (e dice che è ottima soluzione bruciare i rifiuti???)……………………………………

Ah no scusate….Di Carlo ha spiegato tutto! Il vero problema è stata la sua ingenuità a farsi riprendere mentre faceva le sue dichiarazioni! azzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz……

News riguardanti l’inceneritore di Malagrotta…

•11 novembre, 2008 • 4 commenti

Riporto la notizia apparsa su molti quotidiani online stamane…vedremo se apparirà anche in televisione in prima serata a qualche telegiornale….da notare che (finalmente) anche l’Ansa ed i quotidiani han chiamato il “nuovo mostro” inceneritore cioè con il suo vero nome e non con quello fittizio “gassificatore”…anche se nominano la definizione “tecnica”…(cosa avra di tecnico????)

Da Repubblica:

“Roma, 07:36

RIFIUTI: ROMA, NOE SEQUESTRA GASSIFICATORE MALAGROTTA

I carabinieri del Nucleo operativo ecologico (Noe), hanno posto sotto sequestro preventivo il gassificatore di Malagrotta su ordine della Procura di Roma. L’impianto, di fatto gia’ attivo anche se l’inaugurazione ufficiale e’ prevista giovedi’, servira’ a bruciare parte dei rifiuti urbani della capitale sotto la forma di combustibile da rifiuti, sistema di smaltimento volto sia al contenimento dei volumi dei rifiuti sia alla produzione di energia elettrica. Il sequestro e’ scattato perche’ il gassificatore e’ risultato privo dell’indispensabile certificazione di prevenzione incendi e di altri requisiti di legge. Il gip ha ritenuto “indubbio ed estremamente inquietante il ‘periculum in mora’ desumibile dalla natura dell’attivita’ svolta nell’impianto di gassificazione, dai materiali utilizzati per la combustione e dalla presenza nelle immediate vicinanze di siti pericolosi, in particolare una raffineria e un deposito di gpl”. E ha ritenuto che sussista “fondato pericolo che la prosecuzione dell’attivita’ e la libera disponibilita’ di cose pertinenti al reato possa agevolare o protrarre le conseguenze del reato, trattandosi di esercizio di impianto in totale carenza dei requisiti di legge”. Il gip ha quindi autorizzato l’accesso e l’uso del gassificatore al solo fine di consentirne la messa in sicurezza, per poter cosi’ richiedere e ottenere il nulla osta dei vigili del fuoco necessario per l’attivazione.
(11 novembre 2008) ”

Altri quotidiani che han riportato la notizia:

Tgcom 

Yahoo Notizie

Ansa

Excite

Virgilio

Corriere della sera

INCONTRIAMOCI GIOVEDI 13 NOVEMBRE PER L’INAUGURAZIONE DELL’ENNESIMO SCEMPIO A MALAGROTTA!

•10 novembre, 2008 • Lascia un commento

Riporto un comunicato dei comitati di cittadini che seguono da tempo le questione “Malagrotta”:

Noi genitori di Massimina

ma anche di tutti i bambini delle zone vicine a Roma, che ci preoccupiamo della salute dei nostri figli facendogli mettere l’apparecchio per i denti, facendogli fare sport per prevenire scoliosi e che curiamo la loro dieta, forse dovremmo avere notizie riguardo a quello che respirano e continueranno a respirare in futuro.

Gli studi effettuati da ricercatori ambientali hanno dimostrato che nella nostra zona sono state rilevate insufficienze respiratorie e sviluppo di patologie anche gravi superiori alla media.

Come se non bastasse, a breve, oltre alla raffineria, all’inceneritore per i rifiuti ospedalieri ed alla discarica più grande d’Europa entrerà in funzione un “gassificatore” che, bruciando rifiuti, emetterà nell’aria, anche a distanza di molti chilometri, particelle non filtrabili che verranno inalate ed introdotte inevitabilmente nell’organismo.

Inoltre, dai controlli effettuti dai Vigili del Fuoco e dai Carabinieri, sono emerse rilevanti anomalie tali da non autorizzarne nemmeno il funzionamento provvisorio essendo inoltre risultato diverso da quello autorizzato e basato comunque su una tecnologia fallimentare già chiusa frettolosamente in Germania.

Bisogna infine considerare che l’impianto si trova pericolosamente vicino ad una raffineria dove l’anomalia o la fuga di gas può generare incendi con conseguenze imprevedibili e rendendo l’aria irrespirabile nell’intera area.

Negli anni dei “Seveso” dei “Vajont” o dell’”Eternit” piemontese, non c’erano i mezzi di informazione e la coscienza di oggi. Non ci sono scuse e quindi

NON VOGLIAMO ESSERE “CATASTROFISTI” MA CHE ALMENO SI SAPPIA IL RISCHIO CHE POTREMMO CORRERE E NON ESSERE PRESI IN GIRO.

Giovedì 13 novembre ci sarà l’inaugurazione del gassificatore, a Via di Malagrotta 257. Ci troveremo alle 9.30 nello spiazzo all’incrocio tra Via della Pisana e Via di Malagrotta con macchine fotografiche e cineprese, per andare a fotografare e riprendere esponenti istituzionali e politici che andranno a partecipare a questa inaugurazione di un impianto illegale.

 

(n.d.r) di seguito un documento che può far capire meglio la situazione. Più in basso potete trovare anche i riferimenti da cui sono state prese dichiarazioni(quindi le chiacchiere) e i fatti(quindi i dati reali).

 

     www.rrrlazio.it                                                                  Roma, maggio 2007 

rrrlazio@yahoo.it       

Gassificatore di Malagrotta

Parole e Fatti

 

( A  cura  dell’ Ing.  Piergiorgio  Rosso  e  del  Comitato  Malagrotta )

 

Per giustificare la costruzione di un gassificatore di CDR a Malagrotta sono state spese molte parole da parte dei proponenti, di alcuni politici e di qualche associazione. Questa guida confronta parole e fatti, come risultano dagli unici documenti ufficiali pubblicamente disponibili.

Dichiarazioni Fatti
Il gassificatore di Malagrotta si basa su una tecnologia industriale della società svizzera Thermoselect “ampiamente sperimentata” [i] L’unico gassificatore in Europa costruito dalla Thermoselect a Karlsruhe è stato chiuso nel Novembre 2004 dopo aver accumulato una perdita di 500 milioni di dollari.[ii] 
I problemi operativi dell’impianto hanno indotto i giornali tedeschi a soprannominarlo “Thermodefect”
Anche sul sito del Ministero dell’Ambiente questa tecnologia si definisce “ancora in fase di sperimentazione”.[iii]
COLARI ha fatto miglioramenti alla tecnologia dell’impianto, che non è più Thermoselect[iv] Lo stesso ufficio regionale Valutazione di Impatto Ambientale, su richiesta della RRRL afferma che “non risultano atti o provvedimenti successivi inerenti variazioni in corso d’opera nella tecnologia impiegata nell’impianto” rispetto all’ordinanza n.16 del 25/03/2005.[v]
Il gassificatore può considerarsi una tecnologia pulita e sicura a differenza di altri impianti industriali[vi] I problemi operativi esibiti dal gassificatore di Karlsruhe includono una perdita di gas tossico, un’esplosione, rotture del refrattario della camera di combustione e perdite di acque contaminate[vii] 
La gassificazione è una tecnologia economicamente competitiva con altri metodi di smaltimento dei rifiuti solidi. Un rapporto della Contea di Los Angeles[viii], che promuove la gassificazione dei rifiuti, quantifica in 186$ (143€)/tonnellata la tariffa di conferimento necessaria per l’equilibrio economico dell’impianto. Per quello di Malagrotta ci penserà il finanziamento statale “CIP 6” destinato alle tecnologie “rinnovabili” o aumenterà la TARI? Nel 2006 la tariffa di accesso alla discarica di Malagrotta è stata di 81,79€/tonnellata
La gassificazione di CDR distrugge completamente diossine e furani Il sito internet della Thermoselect elenca le emissioni dai gassificatori incluso diossine e furani[ix]
La diossina complessivamente emessa dal gassificatore di Malagrotta sarà pari ad almeno 313 mg/anno[x]
Ogni sostanza tossica contenuta nei rifiuti è completamente distrutta nel gassificatore Il rilascio di sostanze tossiche ha comportato la chiusura temporanea del gassificatore di Karlsruhe[xi]
Il gassificatore di Karlsruhe ha superato le emissioni ammissibili di acido cloridrico, polveri, ossidi di azoto e carbone organico totale.[xii]
   
   
[i] Progetto di Intervento per la produzione di energia elettrica dal CDR prodotto negli impianti di Malagrotta 1 e 2 mediante una centrale di gassificazione. Regione Lazio Dip.to Ambiente e Protezione Civile 
[ii] Süddeutsche Zeitung [Munich, Germany], “The End for Thermoselect [Aus für Thermoselect],” 5 Mar. 2004; Frankfurter Allgemeine Zeitung [Frankfurt, Germany], “No Future for Thermoselect [Keine Zukunft für Thermoselect],” 3 Mar. 2004.
[iii] Si veda il sito del Ministero dell’Ambiente alla pag. http://www2.minambiente.it/Sito/settori_azione/iar/FontiRinnovabili/tecnologie/tecnici/biomasse.asp
[iv] Dichiarazione del rappresentante COLARI alla seduta del 16 ottobre 2006 al tavolo di concertazione regionale “Innovazione tecnologica e Ricerca”
[v] Comunicazione scritta ufficio V.I.A. Prot. 213212/25/04 del 01/12/2006 in risposta accesso agli atti del WWF Lazio
[vi] Associazione Le Città di Roma – e-mail del 28-02-2006
[vii] Bernhard Baldas, “Magic Gone from Miracle Garbage Weapon [Entzauberte Müllwunderwaffe],” Die Tageszeitung [Germany] 28 Aug. 2001.
[viii] URS, Conversion Technology Evaluation Report for the County of Los Angeles, August 18, 2005, 2-36
[ix] Thermoselect, The Environment, <http://www.thermoselect.com/index.cfm?fuseaction=Umwelt&m=2> (Viewed 2 Aug. 2005).
[x] Progetto di Intervento per la produzione di energia elettrica dal CDR prodotto negli impianti di Malagrotta 1 e 2 mediante una centrale di gassificazione. Regione Lazio Dip.to Ambiente e Protezione Civile 
[xi] Bernhard Baldas, “Magic Gone from Miracle Garbage Weapon [Entzauberte Müllwunderwaffe],” Die Tageszeitung [Germany] 28 Aug. 2001.
[xii] Trade Control Office Karlsruhe, Thermoselect emissions data, 2002; Stuttgarter Zeitung, “Lawsuit Against Thermoselect [Anzeige gegen Thermoselect],” 5 July 2000; District Administration of Karlsruhe (Regierungspräsidium Karlsruhe), press release, 5 Nov. 1999.